News

  • Monaco Historique 2022

    Posted in: F1 Historique on Sunday, March 13th, 2022

    (Monaco Historique 2022)


    113° Gran Premio di Monaco Historique Tributi, novità, continuità e versatilità!


    La 13a edizione del Grand Prix de Monaco Historique assomiglierà molto ai suoi predecessori, con qualche eccezione in qualche modo, e la priorità sarà data, ancora una volta, alle monoposto di Formula 1 che hanno scritto le più grandi pagine del mito di questa mitica evento, in linea con le linee guida stabilite dal Comitato Organizzatore e Selezione dell'Automobile Club de Monaco (ACM). Nel 2022 circa 200 vetture si daranno battaglia in 8 serie e gare ambientate su un palcoscenico autentico e maestoso, il famoso circuito del Principato…

    Questa tredicesima edizione sarà caratterizzata dalla prima uscita, al GP de Monaco Historique, di una più recente generazione di monoposto di Formula 1 (Race G) che, tra il 1981 e il 1985, furono spinte dalle ultime versioni dell'iconica Ford Motore Cosworth DFV V8, classe 1967. Nei libri di storia, l'italiano Michele Alboreto, su una Tyrrell 011, ha vinto gli ultimi due Gran Premi, nel 1982 e nel 1983, di una lunga serie per Cosworth, il robusto motore inglese alle prese con la crescita sfida dei motori turbo, un'era iniziata dalla Renault nel 1977.

    Questo periodo "1981-85" è stato anche il momento in cui Alain Prost ha vinto le prime due delle sue quattro vittorie a Monaco e il primo dei suoi quattro titoli mondiali. Ed è stato anche il momento in cui un giovane brasiliano di nome Ayrton Senna ha fatto irruzione sulla scena della Formula 1, soprattutto nel 1984, alla guida di una Toleman sotto la pioggia. Questa gara lo rese famoso quasi all'istante e gli aprì le porte del Team Lotus-Renault, portandolo alle sue prime due vittorie in F1 nel 1985.

    Oltre alla presenza di 14 monoposto di Formula 1 che hanno vinto almeno un Gran Premio del Campionato del Mondo, e di altre 120 vetture di F1 (di cui 90 alimentate da un motore 3 litri tra il 1966 e il 1985), anche questa edizione 2022 sarà un grande occasione per celebrare due anniversari:

    Il 40° anniversario della morte di Colin Chapman, lo straordinario fondatore e manager della Lotus, sarà la prima cosa da celebrare alla 13a edizione del Grand Prix de Monaco Historique, con oltre 35 vetture Lotus spedite nella settima serie di otto gare: Gara A2: 4 "Tipo 16"
    Gara B: 17 vetture, di cui 10 "Type 18", una delle quali vittoriosa a Monaco guidata da Stirling Moss nel 1961, e 2 "Type 21", una delle quali vinse in Belgio guidata da Innes Ireland anche nel 1961 e 5 "Tipo 24".
    Gara C: 2 "Tipo 10"
    Gara D: 2 «Type 72» identiche alle vetture guidate da Jochen Rindt nel 1970 ed Emerson Fittipaldi nel 1972 quando divennero Campioni del Mondo.
    Gara E: 1 "Tipo 72 E", 1 "Tipo 76" e 3 "Tipo 77" inclusa l'auto vincitrice al Gran Premio del Giappone 1976 nelle mani di Mario Andretti.
    Gara F: 1 "Type 81" e 1 della famosa "Type 78" che introdusse l'effetto suolo in Formula 1, caratteristica molto innovativa che tutti i team e tutte le categorie di monoposto adottarono poi.
    Gara G: 2 "Type 87", 1 famosa 88B con doppio telaio che all'epoca fu dichiarata illegale e vietata alle corse, 3 "Type 91" inclusa la vettura vincitrice guidata da Elio de Angelis al Gran Premio d'Austria 1982, 1" Tipo 92 »che segna la fine dell'era Cosworth DFV per la Lotus oltre ad essere l'ultima vettura dell'era Chapman.

    Il 2022 segna anche il 70° anniversario dell'unico Grand Prix Automobile de Monaco organizzato fuori campionato perché iscritta da auto sportive invece che da monoposto. Tra le vetture iscritte a questa edizione del 1952, la Frazer Nash "Le Mans Replica Mk2" è stata guidata da Tony Crook che ha conquistato il 3° posto in questo unico "Prix de Monte-Carlo" tra un campo di auto sportive alimentate da un massimo di 2 litri motore.

    Nel complesso, la straordinaria rarità del campo avrà tutto per accontentare gli spettatori durante tre giorni, con otto griglie di partenza molto diverse. I concorrenti potranno condividere con il pubblico la loro passione per le competizioni ai massimi livelli dell'automobilismo, in autentiche situazioni di gara. Oltre all'odore e al rumore caratteristici delle antiche auto da corsa, su una pista che è stata allestita nel cuore del Principato di Monaco, nel 1929, e di cui l'80% è rimasto invariato, utilizzata ogni anno a fine maggio da le auto moderne per eccellenza iscritte al Campionato del Mondo FIA di Formula 1...


(Gianfranco Avallone con Alain Prost)



About Us
01
02
03
04
05
06
Categories
01
02
03
04
05
06
Twittwe Updates